Libri: Separati in patria di Giovanni Floris – Rizzoli

Nel nuovo libro pubblicato da Rizzoli, ‘Separati in patria. Nord contro Sud: perché l’Italia è sempre più divisa’, Giovanni Floris ci accompagna alla scoperta della penisola che crediamo di conoscere, analizzando le realtà sconcertanti, i dati preoccupanti, le curiosità e gli scandali di una nazione la cui unica gestione unitaria efficiente a volte sembra quella del crimine organizzato.

L’Italia che sogna il federalismo e pratica l’evasione, l’Italia che chiede la meritocrazia e cerca le scorciatoie, l’Italia che si sente diversa da sé ma che a se stessa è uguale da 150 anni. E che ha la possibilità di una riscossa, legata a un salto di volontà: rimettere in moto una politica pigra e affrontare riforme coraggiose. L’inno nazionale che cantiamo è stato adottato in via provvisoria nel 1946. Forse è ora di rendere definitiva, e soprattutto operativa, l’unità d’Italia.

Blog Books Show segnala:

La bellezza e l'inferno. Scritti 2004-2009 di Roberto Saviano - Mondadori

3612928111_0686002636_m.jpgTitolo: Separati in patria. Nord contro Sud: perché l’Italia è sempre più divisa
Genere: Scienza Politica
Autore: Giovanni Floris
Editore: Rizzoli
Anno: 2009
Collana: Saggi
Informazioni: pg. 266
Codice EAN: 9788817032858

Prezzo Book Shop: € 15,20
Prezzo di listino: € 19,00
Sconto: € 3,80 (20%)

IL LIBRO – Chi minaccia (o promette) secessioni può risparmiarsi la fatica: l’Italia è già spaccata. Almeno in due. Nord e Sud sono mondi diversissimi, che a volte si odiano, quasi sempre non si capiscono e di sicuro non sembrano appartenere allo stesso Paese.

E se si può sorridere di striscioni e cori da stadio come “Garibaldi, perché?”, i numeri delle impari opportunità sono serissimi: il reddito medio in Val d’Aosta supera i 18.000 euro, in Basilicata non arriva agli 11.000. La Lombardia ha circa 27.000 posti nei suoi asili nido, il Molise poco più di 200.

Un processo in appello può durare 369 giorni a Bolzano, 2185 a Reggio Calabria, dove però alcune procure sono sotto organico fino a un devastante 100 per cento. E così via in altri campi: istruzione, amministrazione pubblica, lavoro, persino lo sport. Non stupisce che in un anno 120.000 cittadini siano emigrati da un’Italia all’altra: è uno stato di emergenza.

La classe politica lo sa? Certo, ma proviene quasi esclusivamente dal Nord, visto che al Sud sembrano non fidarsi più dei politici meridionali.

L’AUTOREGiovanni Floris è nato a Roma il 27 dicembre 1967. Giornalista dal 1995, ha seguito come inviato del Giornale Radio Rai i maggiori avvenimenti di politica, esteri ed economia. Ha condotto Radio anch’io e il Gr del mattino, è stato corrispondente dagli Usa nel 2002.

È autore e conduttore di Ballarò, quest’anno alla settima edizione. È vincitore di numerosi premi tra cui Saint-Vincent, Premiolino, Flaiano, Guidarello e Elsa Morante. I suoi ultimi bestseller pubblicati da Rizzoli sono Mal di merito (2007) e La fabbrica degli ignoranti (2008).

Il sito web dell’autore: www.giovannifloris.it

.

Libri: Separati in patria di Giovanni Floris – Rizzoliultima modifica: 2009-06-10T12:29:00+02:00da poetilandia
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento