Libri: La filosofia dei Cesaroni di Roberto Guglielmi

Nel libro ‘La filosofia dei Cesaroni’, Roberto Guglielmi ci accompagna in un viaggio divertente e divertito nel mondo dei Cesaroni e della loro «filosofia» nel tentativo di svelare il segreto di questo sceneggiato a puntate che ci ha fatto ridere e commuovere, affrontando con leggerezza temi attuali e delicati – l’amore, l’amicizia, il sesso, il rapporto genitori-figli, la scuola – restituendoci per almeno un paio d’ore alla settimana la vecchia televisione: il focolare domestico intorno al quale si riuniscono tutti quelli che si trovano a casa.


la-filosofia-dei-cesaroni-2123422.jpgTitolo: La filosofia dei Cesaroni
Genere: Libri Sport E Spettacolo
Autore: Roberto Guglielmi
Editore: Zelig
Anno: 2009
Collana: Futura
Informazioni: pg. 120
Codice EAN: 9788860181640

Prezzo Book Shop: € 9,52
Prezzo di listino: € 11,90
Sconto: € 2,38 (20%)

IL LIBRO – Chiamatela famiglia allargata o, per essere più moderni e precisi, disfunzionale. Chiamatela fiction televisiva o, più correttamente, commedia all’italiana per il piccolo schermo. Chiamatela come vi pare, ma “I Cesaroni” sono e restano la serie televisiva di maggior successo nel panorama italiano.


Almeno dai tempi in cui esiste la possibilità di cambiare canale e attuare una scelta tra i vari programmi serali. Le avventure e disavventure di Claudio Amendola, alias Giulio Cesaroni, di Elena Sofia Ricci, nel ruolo di sua moglie Lucia, e dei loro rispettivi figli, quelli di lui, Marco, Rudi e Mimmo e quelli di lei, Èva e Alice, appassionano tutti gli italiani.


Come le vicende dei vari comprimari che ruotano attorno alla famiglia e all’osteria gestita da Giulio con il fratello Cesare, interpretato da Antonello Fassari. Ma cosa si nasconde dietro un programma così seguito? Cos’è che è riuscito a mettere d’accordo tutte le generazioni, portando davanti al piccolo schermo la famiglia intera, dai figli ai genitori, nonni compresi?


 

Libri: La filosofia dei Cesaroni di Roberto Guglielmiultima modifica: 2009-03-21T12:36:00+01:00da poetilandia
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento