Suicidio di Edouard Leve’

Tre giorni dopo aver consegnato il racconto ‘Suicidio’ all’editore, Edouard Levé compie lo stesso gesto del Suo protagonista. Senza spiegazioni – se non quelle di questo libro – Levé si toglie la vita.

Il racconto era un testamento, un avviso, una giustificazione, o l’ultima disperata riflessione sulla vita di chi non trova più ragioni per onorarla?


suicidio-1770062.jpgTitolo: Suicidio
Genere: Libri Narrativa Straniera
Autore: Edouard Levé
Traduzione: Sergio Claudio Perroni
Editore: Bompiani
Anno: 2008
Collana: Narratori stranieri Bompiani
Informazioni: pg. 120
Codice EAN: 9788845261930

Prezzo Book Shop: € 11,90
Prezzo di listino: € 14,00
Sconto: € 2,10 (15%)

IL LIBRO – Un giorno, del tutto inspiegabilmente, un ragazzo di venticinque anni si suicida con un colpo d’arma da fuoco alla testa. Esce di casa in tenuta da tennis insieme a sua moglie; poi le dice che ha dimenticato la racchetta. Torna a prenderla, ma, anziché andare verso l’armadio, va nella tavernetta e compie l’estremo gesto.

L’autore era suo amico e, dopo oltre vent’anni, sente il bisogno di raccogliere tutte le tracce che egli aveva lasciato, di raccontarne la storia, entrando nella sua mente per scovarne tutte le assurde, illogiche motivazioni.

L’AUTOREEdouard Levé, narratore, fotografo, nato il primo gennaio 1965, morto il 15 ottobre 2007.

 

Suicidio di Edouard Leve’ultima modifica: 2008-11-26T18:10:00+01:00da poetilandia
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento