‘Ndrangheta di Francesco Forgione

”Ndrangheta. Boss, luoghi e affari della mafia piu’ potente al mondo’ di Francesco Forgione, edito da Baldini Castoldi Dalai, riproduce la prima relazione della Commissione Parlamentare Antimafia sulla ‘ndrangheta, approvata all’unanimità il 19 febbraio 2008: contiene tutti i nomi dei boss e delle famiglie, le mappe delle presenze criminali in Calabria e le diramazioni nel Nord Italia e all’estero, il sistema degli affari legali, i rapporti con la politica e il mondo delle imprese per il controllo della spesa pubblica; le grandi truffe all’Unione europea e i circuiti del riciclaggio internazionale.

Una denuncia e un grido di allarme rivolto alle più alte cariche dello Stato, ma anche alla società civile perché non continui a girarsi dall’altra parte e costringa la politica ad assumersi le sue responsabilità. Quelle di oggi, come quelle di ieri, sono storie di presidenti di regione, sindaci, imprenditori, banchieri, deputati.

Omicidi, incontri con boss, scambi di favori e spartizioni di appalti. Storie di acqua, di rifiuti e di cemento. Di spioni di Stato e di talpe istituzionali. Sono vicende siciliane e nazionali, che rappresentano le tessere di un nuovo mosaico del potere e degli affari pubblici, dei rapporti sociali e dei processi di modernizzazione del Mezzogiorno, nei quali Cosa nostra continua ad esercitare una funzione egemonica, scegliendo di volta in volta interlocutori di destra o di sinistra.

Tra analisi politica e racconti giornalistici l’autore ci offre una testimonianza diretta dello scontro quotidiano tra mafia e antimafia.


3043733644_6b42ea66c2_m.jpgTitolo: ‘Ndrangheta. Boss, luoghi e affari della mafia più potente al mondo
Genere: Problemi e Servizi Sociali
Autore: Francesco Forgione
Editore: Baldini Castoldi Dalai
Anno: 2008
Collana: I saggi
Informazioni: pg. 319
Codice EAN: 9788860733849

Prezzo Book Shop: € 14,88
Prezzo di listino: € 17,50
Sconto: € 2,63 (15%)

IL LIBRO – Da San Luca a Duisburg. Molecole criminali che schizzano, si diffondono e si riproducono nel mondo. Una mafia liquida, che si infiltra dappertutto, riproducendo, in luoghi lontanissimi da quelli in cui è nata, il medesimo antico, elementare ed efficace modello organizzativo… Alla maniera di Al Qaeda, con un’analoga struttura tentacolare priva di una direzione strategica ma caratterizzata da una sorta di intelligenza organica, è munita di una ragione sociale di enorme, temibile affidabilità. Il segreto per la ‘ndrangheta è questo. Tutto nella tensione fra un qui remoto, rurale e arcaico, e un altrove globalizzato, postmoderno e tecnologico.

L’AUTOREFrancesco Forgione è nato a Catanzaro il 15 agosto 1960. Studia Sociologia a Salerno, interrompendo gli studi prima di conseguire la laurea. Giornalista di Liberazione, nel 1994 diventa componente della Direzione nazionale di Rifondazione Comunista, di cui fu segretario regionale in Sicilia dal 1994 al 2001.

Nel 1996 viene eletto deputato all’Assemblea Regionale Siciliana ed è capogruppo del PRC all’ARS e vice presidente della Commissione regionale Antimafia. Viene rieletto nel 2001. È noto per il suo impegno contro la mafia, che lo ha portato a scrivere i libri Oltre la cupola, massoneria, mafia e politica (1994) e Amici come prima, storie di mafia e politica nella seconda repubblica (2003); inoltre, nel dicembre 2004 è stato aggredito e minacciato verbalmente a Palermo mentre raccoglieva firme per protestare contro Cosa Nostra.

Al termine delle elezioni politiche del 2006 approda alla Camera, sempre tra le file di Rifondazione, risultando eletto nella circoscrizione Sicilia 2. Poco dopo viene eletto presidente della Commissione parlamentare Antimafia. Non è stato rieletto alle elezioni politiche del 2008.

Il sito ufficiale dell’autore: www.francescoforgione.it

 

‘Ndrangheta di Francesco Forgioneultima modifica: 2008-11-19T15:32:00+01:00da poetilandia
Reposta per primo quest’articolo

3 pensieri su “‘Ndrangheta di Francesco Forgione

  1. ”Ndrangheta. Boss, luoghi e affari della mafia piu’ potente al mondo’ di Francesco Forgione, edito da Baldini Castoldi Dalai, riproduce la prima relazione della Commissione Parlamentare Antimafia sulla ‘ndrangheta, approvata all’unanimità il 19 febbraio 2008: contiene tutti i nomi dei boss e delle famiglie, le mappe delle presenze criminali in Calabria e le diramazioni nel Nord Italia e all’estero, il sistema degli affari legali, i rapporti con la politica e il mondo delle imprese per il controllo della spesa pubblica; le grandi truffe all’Unione europea e i circuiti del riciclaggio internazionale.

  2. Io sono un semplicissimo maggiordomo, e lavoro presso la casa di un nobile toscano ( anche se di origini austroungariche), residente nell’alto comasco: il barone Leopoldo Pistelleng de Pistellenghy, tra l’altro ex piduista ( anche se all’orecchio; ossia come lo erano pure Giulio Andreotti, Francesco Cossiga, e Bettino Craxi, ovviamente insieme ad Henry Kissinger, Augusto PInochet e Jorge Rafael Videla; non all’orecchio, notoriamente, invece, lo eran i porci nazimafiosissimi Silvio Berlusconi, Fabrizio Cicchitto, Maurizio Costanzo, Michele Sindona, ect ect, but we know all that), che vide nascere Fininvest, anzi, Ma..f..ininvest, grazie a un mare di soldi malavitosissimi, via P2 stessa, e che ora, schifatissimo da quella cultura pregnantissima di nazifascismo e mafia, si sta’ rivelando sul web, fonte preziosissima e meravigliosa, per tutti i migliori e grandissimi antiBerlusconiani in tutto il mondo. Fatta qs premessa, debbo dire che qui, dal Barone, vediamo via satellite, tantissime televisioni di tutto il mondo. Egli guarda, ovviamente, specialmente, quelle americane. Aver visto alla Cbc television, che Israele ha ammazzato ormai, gia’ 400 bambini in soli dieci giorni, cosi’ come che ne ha mutilati altri 220, di certo mi ha fatto impazzire dall’amarezza, schifo assoluto, sdegno e rabbia. Detto tutto questo, non sto’ ora, qui, parteggiando per nessuno di qs due contendenti ( incluso quello dei padroni di questo pianeta, gli ebrei), infatti, mi fan impazzire dal nervoso e preoccupazione, anche gli animaleschi di Hamas, che han ricevuto i terreni di Gaza, gratis, da Israele, per fini umanitarii, civili e sociali, e che apposta di sfruttarli a detti scopi, li han usati per scavarci tunnel, ficcarci dentro razzi assassini, che avevano ovvio scopo, poi, di uccidere altrettanti bimbi ebrei. Fatto sta, comunque, che al momento, i 400 bambini uccisi son palestinesi, e che qs e’ degno del piu’ schifoso lurido cane selvaggio pazzo che era Re Erode, che 2008 anni fa, non esito’ affatto a far sgozzare la gola di migliaia di neonati, per cercare di uccidere Gesu’ il Nazareno, allorche’ ancora in fascie. Detto tutto cio’, ora pero’, vorrei affrontare qui, il vero punto. Io non sono affatto antisemita. Mai stato, mai, chiunque mi conosce lo sa’ bene, se mai anzi. Mi reputo antifascistissimo, infatti, proprio per quello che fu l’Olocausto. So’ pero’ che gli ebrei amano fare della spietatezza, un culto. Vi sono degli ebrei, nella finanza italiana, che a cavallo tra gli anni 90 e quelli di qs attuale decennio di inizio 2000, han ” suicidato”, han forzato alla morte tantissime persone. Decine e decine, via, solite loro assassinissime, trame massoniche. Parlo degli ebrei della mafiosissima e filonazifascistissima Banca Leonardo, ad esempio, ma non solo. Uno di questi e’ l’assassino criminale snob da vomito Michele Milla, ovviamente, ex Banca Leonardo stessa. Egli costrinse all’impiccagione, in grandissimo uomo, chiamato Ubaldo Gaggio, e poi, fece lo stesso con diversi altri dipendenti che, sempre egli, disumanissimamente dittaturava e non sopportava, in quanto non sempre ingoianti, i suoi odiosissimi escrementi puzzoni, in silenzio. Googlate Banca Leonardo suicidi e leggerete cose da incubo assoluto. Era, qs snobbino figlio di papuzzo capriccioso viscido, supportato in cio’, infatti proprio dal satanistissimo padre Gainluigi Milla, come anche dallo zio cocainomane folle, Marco Milla ( gran riciclatore di danaro mafioso via Cofgiest) e dal perverso maniaco sessuale corruttorissimo, Attilio Ventura ( non per niente ora, in consiglio Mafiaset Nazistset Mediaset; gli antichi irlandesi usavano dire ” alla fine, tutti i porci, si ritrovano sempre nel porcile”: quando parliamo del porco ladrone Attilio Ventura e di Camorraset Ndrangaset Mediaset, direi che piu’ azzeccato detto, non si potrebbe applicare). Dietro ancora il criminale fighettino Michele Milla ( coinvolto tra l’altro in insider tradings a palate: Pirelli Cornig, Bnl, Elsag Bailey, Drs Finmeccanica, oltre che in un mare di insider dealings prue), l’assetato di sangue di morti fatti “suicidare”, il killer invisibile Gianluigi Milla, il cocainomane idiota Michele Milla, e il traviato bisessuale Attilio Ventura, vi era, ovviamente pure, il piu’ potente di tutti questi, l’altrettanto crudelissimo e spietatissimo, ferocemente similsanguinario Alberto Milla di Banca Euromobiliare. Ex sottoposto di qs sanguinario massone Alberto Milla di Banca Euromobiliare, era il cosidetto “camorrista di Piazza Affari” Francesco Perilli di Equita sim, ex puzzona Euromobiliare sim stessa ( corruttorissimo Francesco Perilli di Equita sim, che era insieme al succhiasangue di morti Alberto Milla di Banca Euromobiliare, prima che detto broker preferito dai Casalesi, il Francesco Perilli in questione, fosse cacciato dal gruppo Euromobiliare e creasse ora qs filondarnghetara Equita sim). Qs Mafioso di Piazza Affari, Francesco Perilli di Equita sim e’ un verme che ricicla danari, ben appunto, camorristici, a tonnellate, e che usa, poi, la Camorra stessa, per distruggere la vita privata di suoi eventuali concorrenti piu’ temibili in Borsa. Io penso che o le cose si dicono nella totalita’ o e’ inutile cercare di battersi affinche’ piu’ trasparenza e democrazia, si imponga nin qs mondo, o, tanto piu’ , in Italia ( in posizioni tipo l’ottantesimo posto, e dietro a altri paesi tipo la Botswana, la Giordania, e l’Albania, per quel che riguarda, la lotta alla corruzione, il riciclaggio di danari criminali, la liberta’ di stampa, la liberta’ economica, la qualita’ della democrazia, ect ect; che ci facciamo ancora nel g7? e’ ormai un assoluto mistero, per quanto intriso di comica assoluta, ormai). Il criminale puzzone snob Michele Milla e’ stato cacciato da Banca Leonardo. Il satanista perverso Gianluigi Milla e’ stato cacciato da Banca Leonardo. Il cocainomane simildeficiente Marco Milla, manco fu voluto in Banca Leonardo. Il perverso omosessuale e, si dice pure pedofilo, Attilio Ventura ( nazista ma ebreo, roba da lobotizzati assoluti) e’ stato cacciato da Banca Leonardo. Il re di tutti qs, ilcrudelissimo e spietato complottardo similcriminale Alberto Milla e il mega riciclatore di danaro mafioso, camorrista e ndranghetaro Francesco Perilli di Equita sim, son pero’ ancora li, e in un mio prossimo posts scrivero’ anche della corruzione assoluta e degli abusi di mercato che venivono posti in essere dal fascista malavitosissimo Francesco Perilli di Equita sim, ex Euromobiliare sim, and the nazifascist mason dirty Xuxluxclanist Daniel Hegglin of Morgan Stanley. E scrivero’ anche dello schifoso corrottissimo viscido Michele Calzolari di Centrosim ( mezzo massone e mezzo dell’Opus Dei, che biscia strisciante, waglio’), a capo della cupola similmafiosissima, spesso pure assassina, di Assosim stessa. Vidi tutto cio’ con i miei occhi, ai tempi, durante gli anni 90, allorche’ collaboravo col gruppo Iccrea ( da cui fui mandato via perche’ ero non Berlusconiano e da li passai a far da maggiordomo al Barone a cui tanto devo, il mio attuale datore di lavoro, Baron d’onor Leopoldo Pistelleng de Pistellenghy, di Cernobbio, Como). E ne scrivero’. Ebrei, io son antifascista specie per quel che vi fece il pazzo Adolf Hitler, ma ultimamente, ad Adolf Hitler, assomigliate proprio voi, e a me, Salvatore Abbrasciaglia, dalle vs liste complottarde, “suicidanti” e killer, dovete vedere di depennarmi, subito. So’ che invece, forse, mi ci metterete ora, ancor di piu’, ma allora meglio morto giovane, ma facendo sapere al mondo delle porcherie spezza vite che fate, via vs assassine massonerie varie, che succube of you for ever and ever.
    Salvatore Abbrasciaglia
    Cernobbio Como
    fiero maggiordomo della casa del
    Baron d’onor
    Leopoldo Pistelleng de Pistellenghy
    salvatoreabbrasciaglia@rocketmail.com
    Ps mi scuso per eventuali errori, ma sono un mero maggiordomino ( ma ex funzionario di Icrea, da qui la mia enorme rabbia’; cacciato da sti assassini mafiosi solo perche’ ero non Berlusconiano, ma vaf…………va’ ) e ora ho il pollo sul fuoco e devo correre, se lo faccio bruciato, poi, il Barone….

  3. ATTENZIONE AL RICICLATORE DI SOLDI MAFIOSI, PEDOFILO ASSASSINO PAOLO BARRAI ABITANTE IN VIA IPPODROMO 105 QA MILANO, ATTENZIONE AL RICICLATORE DI SOLDI MAFIOSI, PEDOFILO ASSASSINO PAOLO BARRAI, DOPO ESSERE STATO ARRESTATO DAL GRANDE PM FRANCESCO GRECO, A INIZIO MILLENNIO, E’ APPENA STATO ARRESTATO IN BRASILE, DI NUOVO. ECCONE LE PROVE VIA LINK, DELL’ARRESTO DI PAOLO BARRAI, L’ASSASSINO PEDOFILO MAFIOSO DI MERCATO LIBERO E DI BSI ITALIA SRL MILANO
    http://www.eunanoticias.com/noticias/noticia.php?id=1340
    http://www.eunanoticias.com/noticias/noticia.php?id=1354
    A RICICLARE SOLDI MAFIOSI IN BRASILE, CON LUI, VI ERA ANCHE IL PEDOFILO ASSASSINO ANDREA GUIDUCCI DI CRIMINALISSIMA RECANTO DO SOSSEG . UN ALTRO MAFIOSO PEDOFILO ASSASSINO, MICHELE MORSELLI DI, SEMPRE CRIMINALISSIMA, RECANTO DO SOSSEGO, E UN TERZO PEDOFILO MAFIOSO ASSASSINO ANDREA CIONI DI BRASILLIONAIRE. MANDANTI DEL MEGA RICICLAGGIO DI CASH DI CAMORRA, NDRAGHETA E MAFIA, ERANO IL PORCO LADRONE LORENZO PIACENTINI DI DEUTSCHE BANK MILANO, IL BANCHIERE NUMERO UNO DELLA MAFIA MESSICANA, ALFREDO PIACENTINI DI BANQUE SYZ GENEVE, IL MEGA MANDANTE DI ASSASSINI ENNIO DORIS DI BANCA MEDIOLANUM TUTT’UNO CON MAFIA SICULA E MAFIA NORDAMERICANA ( GOOGLE MAFIA ENNIO DORIS PAOLO SCIUME’ RICICLAGGIO, PER AVERNE PROVE), IL NEO SCIACQUONE DI CASH DI MAFIA NAPOLETANA, OSSIA, CAMORRA, E MAFIA CALABRESE, OSSIA, NDRANGHETA, PURE MANDANTE DI ASSASSINI, MASSIMO DORIS, SEMPRE DI BANCA MEDIOLANUM E IL PEDOFILO MAFIOSO, MASSONE KILLER, EDOARDO LOMBARDI DI BANCA ESPERIA. E infine, AVVISO IMPORTANTISSIMO, PLEASE: non usufruite mai, e poi mai, dei servizi della criminalissima, pure, vicina alla Mafia di Palermo e Mafia di Catania, Bsi Italia srl, di Via Socrate 26 a Milano : lavatrice finanziaria di Cosa Nostra, ma anche, di Camorra e Ndrangheta. E’ indagata da duecento Procure in Italia, piu’, in Svizzera, Brasile, e anche dalla Dea Americana. Il pregiudicato pedofilo, parimenti mafioso e assassino Paolo Barrai, di Business Services International Italia srl e di Mercato Libero, vi ricicla soldi malavitosissimi e presto sara’ arrestato per un mare di crimini, e i soldi che vi lascereste, li perdereste tutti! E anche suo padre, tanto quando, mafioso, pedofilo assassino Vincenzo Barrai di organizzante omicidi, criminalissima BSI Italia srl di Via Socrate 26 a Milano, verra’ arrestato a giorni!!!! Lavoravo in Imi e lavoro ora per fantastici servizi segreti anti Berlusconiani, che presto, salveranno l’Italia.
    Mario De Lollupis Ex Banque
    SANPAOLO IMI GROUP AND CAISSE D’EPARGNE

Lascia un commento