Gli interessi in comune di Vanni Santoni

Tra rave party, spacciatori, viaggi ad Amsterdam, ricerche di nuovi “mondi” e puntuali descrizioni della fauna che popola il sottobosco giovanile, Vanni Santoni descrive una realtà nichilista e amara, e un’amicizia vera, profonda, pura.

Ogni capitolo del libro ‘Gli interessi in comune’ porta il nome della droga che viene assunta per la prima volta.


gli-interessi-in-comune-1367640.jpgTitolo: Gli interessi in comune
Genere: Libri Narrativa Italiana
Autore: Vanni Santoni
Editore: Feltrinelli
Anno: 2008
Collana: I narratori
Informazioni: pg. 269
Codice EAN: 9788807017629

Prezzo Book Shop: € 11,05
Prezzo di listino: € 13,00
Sconto: € 1,95 (15%)

IL LIBRO – Jacopo, il Mella, il Paride, il Dimpe, il Malpa, Sandrone. Sono amici. Nel ’95 hanno sedici anni e un unico passatempo comune: sperimentare nuove droghe. Oppio, coca, anfetamina, mescalina, ecstasy, marijuana, tabacco, perfino noce moscata.

Provano di tutto pur di riempire il vuoto che sentono dentro. La scuola che non va, le ragazze che “non ci stanno”, i genitori assenti o troppo presenti, una città – Firenze – che non li accoglie e li spinge in periferia fanno da sfondo alle avventure dei sei amici.

L’AUTOREVanni Santoni è nato a Montevarchi nel 1978. Vive e lavora a Firenze. Ha pubblicato racconti e reportage su “la Repubblica”, “il manifesto”, “Mucchio”, “Nazione Indiana”, “Mostro”, “Slipperypond”, “Terranullius”, “Re:vista”.

È stato co-fondatore del progetto sic – Scrittura industriale collettiva. Firma una rubrica quotidiana sull’inserto fiorentino del “Corriere della Sera”. Nel 2006 il suo libro Personaggi precari ha vinto il Gran Premio Scrittomisto.

 

Gli interessi in comune di Vanni Santoniultima modifica: 2008-11-13T12:08:00+01:00da poetilandia
Reposta per primo quest’articolo

2 pensieri su “Gli interessi in comune di Vanni Santoni

Lascia un commento